lunedì 21 febbraio 2011

Cari amici, finalmente il 17.02 u.s. sono iniziate con Enzo Favoino 
della Scuola Agraria di Monza le audizioni presso la Provincia di 
Novara di esperti proposti dal C.A.R.P. sul tema della corretta 
gestione dei rifiuti solidi urbani.
 
Inviamo un breve resoconto di questa audizione.
 
Enzo Favoino ha disegnato un ampio affresco della situazione e
degli sviluppi della gestione rifiuti nell' Unione Europea. 
La UE si sta sempre più orientando a diventare una " società 
del riciclaggio dei rifiuti", cioè del recupero dei materiali 
dei rifiuti, considerati come risorse preziose da recuperare 
e non come materiali di cui disfarsi. Sebbene la situazione 
dei paesi membri della UE nei riguardi della gestione rifiuti 
si presenti piuttosto disomogenea, tuttavia la Commissione Ambiente 
UE ha recentemente fissato per il 2013 l'obiettivo di RICICLARE
almeno il 50 % dei rifiuti prodotti.
 
A proposito della questione specifica, se sia preferibile trattare 
il rifiuto umido tramite il processo di compostaggio 
oppure della digestione anaerobica, Favoino ha detto che la scelta
deve essere fatta in base ai vantaggi e svantaggi di ognuno 
dei due processi in relazione alle situazioni locali specifiche:
1)COMPOSTAGGIO
-vantaggi: migliore ecocompatibilità del compost, minori costi d'investimento, 
minori costi di gestione e a carico dei cittadini, maggiore flessibilità 
in quanto sono possibili anche impianti piccoli 
-svantaggi: esigenza di purezza del rifiuto umido, rischio di spargere 
cattivi odori nelle aree circostanti l'impianto, mediocre immagine del prodotto 
compost dovuta agli errori pregressi
2)DIGESTIONE  ANAEROBICA:
-vantaggi e svantaggi sono rovesciati rispetto al compostaggio.
In particolare la dimensione minima di questi impianti si aggira sui 
10.000-20.000 ton/anno di materiale in entrata. Inoltre si presenta il problema
del notevole impiego di acqua e della necessità di depurarla dopo il processo.
 
Enzo Favoino, dietro nostra sollecitazione, ha confermato quanto segue:
1)Importanza della riduzione della produzione dei rifiuti a monte, 
ma soprattutto del rifiuto residuo
2)importanza del passaggio dalla TARSU alla TIA o quantomeno alla
TARSU PUNTUALE, nonostante la nebulosità normativa in materia.
 
Con questa audizione viene confermata la linea seguita dal C.A.R.P.
nelle riunioni mensili con gli amministratori locali del Novarese del VCO.
Approfittiamo per ricordare che la prossima riunione è stata fissata
a Suno- sala Consiglio Comunale-  per SABATO 26  FEBBRAIO
ore 9.00- 12.00.
 
Cordiali saluti.
 
p. Coordinamento Ambientalista Rifiuti del Pimeonte ( C.A.R.P.)
sezione di Novara e provincia
Fabio Tomei- 335- 52.111.06


Nessun commento:

Posta un commento

Condividi