lunedì 3 gennaio 2011

«Daneco» rinuncia a portare i rifiuti di Pioltello a Ghemme

La società che gestisce l’impianto di conferimento rifiuti della «Solaria» ha comunicato ieri pomeriggio, a poche ore dall’inizio dell’assemblea dei sindaci del Consorzio Rifiuti del Medio Novarese, la decisione di non conferire alla discarica novarese i rifiuti provenienti dall’ex polo chimico lombardo.
L’utilizzo del materiale proveniente dall’intervento di bonifica dell’area ex Sisas di Pioltello e Rodano, che la controllata Daneco Impianti sta realizzando - si legge in una nota -, pur rappresentando un’opportunità per chiudere la discarica attraverso l’utilizzo di un “monorifiuto”, non è ad oggi una possibilità percorribile in quanto non esistono i tempi tecnici per realizzarla”.
La Comunità Europea aveva dato tempo fino al 31 dicembre per liberare dai rifiuti i 350 mila metri quadrati dell’area di Pioltello, ed era stata chiesta la proroga di tre mesi. Daneco ha però appurato che ormai le procedure per avere il via libera non consentirebbero comunque di utilizzare l’impianto di Ghemme. La società «rimane in attesa che le autorità competenti adottino le opportune determinazioni, essenziali per ricostruire le necessarie pendenze per procedere alla chiusura definitiva della discarica». In altre parole, se non è possibile portare a Ghemme i materiali da Pioltello occorre ricoprire la discarica con altro materiale per metterla in sicurezza e chiuderla in modo definitivo.
Ora la parola passa al Consorzio per la gestione dei rifiuti del Medio Novarese, che dovrà decidere le modalità di chiusura e la tipologia di materiale da utilizzare per la chiusura dell’impianto della Solaria.
Nei giorni scorsi, numerosi residenti della zona avevano protestato contro l’arrivo degli scarti lombardi.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi