venerdì 29 luglio 2011

Situazione discariche nel novarese

La Provincia di Novara intende portare nella discarica
di Ghemme, oggi in chiusura, rifiuti tossico-nocivi dall' area
ex-industriale Beatrice di Borgomanero anziché rifiuti inerti.
Sei mesi fa la Provincia provò a portare a Ghemme i
rifiuti tossico-nocivi di Pioltello ( MI), ma fu fermata dalle
proteste dei cittadini di Ghemme e di Cavaglio D' Agogna.

La discarica di Barengo, l'unica oggi in funzione nel Novarese,
rischia di ampliarsi all' infinito, anzichè essere ridimensionata
da un impianto di trattamento a freddo del rifiuto residuo,
che viceversa potrebbe realizzare il RICICLO TOTALE
dei rifiuti, con grande vantaggio sanitario, ambientale ed
economico per i cittadini.
Oggi versare le 60.000 ton/ anno di rifiuto residuo nella
discarica di Barengo costa ai cittadini della provincia di
Novara qualcosa come 6 milioni Euro / anno.
Questo costo può essere abbattuto tramite un impianto di
trattamento a freddo, insieme alla riduzione dei rifiuti e all' au-
mento della raccolta differenziata fino almeno all' 80 %.

Cordiali saluti.

p. C.A.R.P. ( Coordinamento Ambientalista Rifiuti del Piemonte )
Sezione di Novara e provincia
Fabio Tomei- 335- 52.111.06
 


Nessun commento:

Posta un commento

Condividi