giovedì 13 gennaio 2011

SACCHETTI IN PLASTICA: QUANDO FINIRANNO ?(Lettera ai media)

Egregio Direttore,
                             siamo tutti d'accordo che il bando dei sacchetti in plastica (shopper) ha un senso, perchè significa ridurre i rifiuti in plastica di 200.000 ton / anno, circa il 10 % in meno di tutta la plastica usata in Italia. Si tratta evidentemente, se realizzato, di un buon inizio del processo di ridu- zione della plastica degli imballaggi, che tanti problemi crea nel riciclo dei rifiuti.
Dobbiamo tenere presente che negli altri paesi della UE gli shopper sono stati banditi già da un an- no, e che quindi in Italia, come sempre, siamo in ritardo.
Sappiamo che al posto degli shopper dovremo usare sporte o sacchetti biodegradabili.
Ma qui cominciano i problemi. Infatti parecchi negozi e supermercati continuano ad usare gli shop-
per anche dopo il primo gennaio. Come mai? Ci viene risposto: dobbiamo esaurire le scorte dei sacchetti. Ma quanto tempo dura questo esaurimento?   Non c'è un limite i tempo, che so, sei mesi un anno ? E poi, chi controlla l'applicazione di questa norma? La polizia municipale, i carabinieri o chi altro? Si prevedono sanzioni per i trasgressori? Da chi verranno stabilite le sanzioni ? Dal rego- mento applicativo, che ancora non c'è, della legge nazionale, oppure da disposizioni emesse dai singoli Comuni ? E a chi verranno comminate queste sanzioni: ai negozi, ai clienti o ad entrambi ?
Per concludere: il provvedimento è sano e corretto e ci allinea con le pratiche adottate in UE. Per evitare che qui da noi questo provvedimento cada nel pentolone delle leggi inapplicate, riteniamo necessario che le amministrazioni comunali, armate di buona volontà e di buonsenso,e ispirandosi a quanto avviene nelle altre città europee, si diano da fare per trovare soluzioni pratiche al problema della eliminazione dei sacchetti in plastica nella distribuzione commerciale, primo passo per la riduzione della plastica degli imballaggi, che significa riduzione dell' inquinamento ambientale.

p. Unione Tutela Consumatori Onlus- il Responsabile Settore Ambiente
Fabio Tomei- 335- 52.111.06;  www.utc-onlus.blogspot.com

Novara, 12.01.2011

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi